Seguici sui Social

Primo Piano

Cosa fare a Natale a Roma ? La guida definitiva

Cosa fare a Natale a Roma ? La guida definitiva in collaborazione con il Comune capitolino

Pubblicato

il

Cosa fare a Natale a Roma ? La guida definitiva in collaborazione con il Comune capitolino

Cosa fare a Natale a Roma ? Con l’accensione dell’albero natalizio a Piazza Venezia, il Sindaco Gualtieri ha dato il via alla festa più importante dell’anno. Il portale del Comune di Roma, ha rilasciato una guida definitiva su tutti i luoghi e le attività da svolgere da questo weekend fino alla Befana che tutte le feste porta via.

COSA FARE A NATALE A ROMA ? LA GUIDA DEFINITIVA

Mercatini, tra specialità gastronomiche e artigianato

  • Con la Befana a piazza Navona torna la tradizionale fiera che accompagnerà bambini, famiglie e turisti nel clima natalizio di Roma. Stand dedicati al commercio e artigianato dei prodotti tipici del Natale, dai libri ai presepi ai dolciumi alle decorazioni. E poi ancora attrazioni, spettacoli e spazi dedicati alle eccellenze del territorio (dal 1° dicembre al 6 gennaio).
  • A piazza Mazzini sessanta casette di legno con prodotti di artigianato e prelibatezze alimentari. Cori natalizi, luminarie a forma di stella e la Casetta di Babbo Natle dedicata ai più piccoli (dal 2 dicembre al 2 gennaio).
  • Mercati in Festa Borgo Ticino e Irnerio animano il Natale 2022 con spettacoli di arte circense, trampolieri e giocolieri. La manifestazione del Municipio XIII, in programma nelle mattine del 10 e 17 dicembre, è rivolta a tutte le età, dai più piccoli agli anziani.

Luci in città

  • Il grande albero di Natale di piazza Venezia accende le festività 2022, ispirate alla pace e al risparmio energetico. Le luminarie di via del Corso sono dedicate proprio al tema universale della pace; mentre l’albero simbolo del Natale nella Capitale è per la prima volta è alimentato da un impianto fotovoltaico installato nella piazza che permette di ridurre il consumo energetico.
  • “Pedala con noi e illumina il Natale” un messaggio di sostenibilità e risparmio energetico per l’albero in Piazza del Campidoglio. Chiunque potrà contribuire ad illuminare la stella pedalando su di una bicicletta/generatore che resterà ai piedi dell’albero per tutta la durata delle festività. Dal 13 dicembre alle ore 18:30.
  • Anche al Bioparco Natale all’insegna dell’ambiente con un albero speciale, alto 7 metri e composto da 2.500 bottiglie di plastica, recuperate da attività commerciali, case private e dai visitatori del Bioparco.
  • Dalle 17 alle 22 scintillano di colori l’albero di Natale sulla scalinata di Trinità de’ Monti a piazza di Spagna e le luminarie a via Condotti.
  • A Roma Nord quindici alberi di Natale saranno accesi nelle piazze di quartiere, sparse nel Municipio XV, da Ponte Milvio a Labaro, Cesano, Tomba di Nerone e altre ancora (dal 1° dicembre al 7 gennaio).

Musica e teatro 

  • All’Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone, in programma la rassegna Natale Auditorium concerti di musica pop, rock, jazz. A questi si aggiungerà il consueto appuntamento con il Roma Gospel Festival, tra i più importanti in Europa, con la partecipazione di formazioni provenienti dagli Stati Uniti (dall’8 dicembre all’8 gennaio).
  • Con “Il Municipio se la canta” appuntamento con esibizioni di cori natalizi che animeranno quindici piazze del Municipio XV tra le quali quella di Ponte Milvio, Parchetto Valle Muricana, Largo San Godenzo, Prima Porta – Piazza Giardino, Borgo d’Isola Farnese, Piazza Filippo Carli.
  • “Jubilate Deo”, l’Associazione Coro Polifonico Santarosa presenta la XIX Rassegna polifonica nazionale nel Municipio XV. Saranno eseguiti brani a sfondo natalizio dal 1500 ai nostri giorni. Ingresso libero. (17 dicembre, ore 19:30 presso Chiesa dei SS. Pietro e Paolo – via Antonio Conti 189).
  • Con Storie di Natale, al Teatro Argentina un suggestivo mosaico di brani di Gianni Rodari, ripresi da favole come L’aeroplano di Capodanno, Voglio fare un regalo alla BefanaIl Mago di NataleAllarme nel presepio. A queste si aggiungono l’inedito di Bernard Friot intitolato Babbonatale.com e il racconto di Andrea Valente Una strana lettera a Babbo Natale. Regia e adattamento Andrea Gandini (dal 14 dicembre al 6 gennaio).
  • A Valle Santa – Municipio XIV – l’orchestra di Europa InCanto propone viaggio nella magia della grande musica, dalla Carmen di Bizet alla Traviata di Verdi, dal Il mattino di Grieg fino all’Hallelujah di Cohen. Appuntamento nella nuova Parrocchia di Valle Santa a Via Tricerro. Ingresso gratuito (10 dicembre alle ore 19).

Eventi e villaggi di Natale

  • Christmas World è il villaggio di Natale che con installazioni scenografiche, giochi, spettacoli ambientati in diversi Paesi del mondo offre la possibilità di viaggiare nello spazio e nel tempo a Parigi, Berlino, Londra, Tokyo e New York. Tra le attrazioni, la pista di pattinaggio, la toy factory, gli spettacoli live e l’immancabile casa di Babbo Natale. Al via da quest’anno a Villa Borghese, nell’area del Galoppatoio (dal 3 dicembre all’8 gennaio).
  • “Facciamo Festa”, quattro piazze del centro – largo Agnesi, piazza Mastai, piazza Cavour e piazza della Chiesa Nuova – diventano spazi dove festeggiare il Natale tra teatro, laboratori, letture e musica (dall’8 dicembre al 6 gennaio).
  • Al via il progetto “Piazze in Festa”: il Municipio XII, in collaborazione con Inca Italia, Associazione Madre Terra e Arci Armonia dei Contrari, organizza sei giornate di festa in diverse aree del territorio. (dall’8 al 23 dicembre).
  • Riapre al pubblico lo storico Presepe dei Netturbini Romani che compie 50 anni. Ideato nel 1972 da Giuseppe Ianni nel tempo si è arricchito con pietre provenienti da tutto il mondo inclusi una pietra lunare e un frammento di meteorite proveniente da Marte. Ingresso con prenotazione obbligatoria (dal 7 dicembre in via dei Cavalleggeri 5).
  • Natale in biblioteca è la programmazione dedicata a bambini e ragazzi dalle Biblioteche di Roma che propongono nelle diverse sedi sparse in città letture, performance di danza e canto, giochi e laboratori creativi. Iniziative per tutti i gusti, dai grandi classici del mondo delle fiabe alle tombole di Natale fino ai laboratori di coding e robotica (dal 1° al 27 dicembre).
  • Alla Casina di Raffaello, nel cuore di Villa Borghese, nuovi laboratori per bambini ispirati al tema delle festività per realizzare decorazioni e personaggi natalizi. I più piccoli dai 24 ai 36 mesi potranno giocare a modellare l’argilla, le bambine e i bambini dai 3 ai 5 anni si divertiranno a comporre e scomporre i personaggi natalizi, mentre quelli dai 6 agli 11 anni giocheranno a costruire il proprio villaggio di Natale in miniatura (fino all’8 gennaio con prenotazione obbligatoria allo 060608).
  • Proseguono a Natale le attività del Centro Culturale Gabriella Ferri – Municipio IV – nell’ambito del progetto Atelier delle Arti. L’iniziativa prevede l’allestimento di uno spazio espositivo-performativo aperto al pubblico. In programma laboratori di teatro, di piccolo circo e giocoleria e ancora, fiabe, musiche e racconti (dal 19 al 23 dicembre).
  • Magia delle Feste colora Villa Farinacci nel Municipio IV che per il Natale si trasforma in un luogo magico dove vivere l’incanto delle festività tra esposizioni interattive, attività ludico-ricreative, musica e spettacoli. La manifestazione si concluderà con l’arrivo della Befana sui trampoli (dall’8 dicembre al 6 gennaio).

SEGUICI SU FACEBOOK

METRO C COLOSSEO : L’INAGURAZIONE 

Primo Piano

Certificato di nascita estero con due mamme. Gualtieri esulta per la sentenza del Tribunale di Roma

Pubblicato

il

Certificato di nascita estero con due mamme. Gualtieri esulta coppie omogenitoriali

La sentenza emessa dal Tribunale civile di Roma in merito alla correttezza della prima trascrizione integrale di un certificato di nascita estero con due mamme conferma la validità e la coerenza delle nostre azioni. Come abbiamo sempre sostenuto, questa modalità di trascrizione si inserisce in una fattispecie che trova ampio riscontro nella giurisprudenza.

Tuttavia, siamo consapevoli che questa situazione non copre tutte le realtà delle famiglie omogenitoriali, in particolare per quanto riguarda la tutela dei minori. È per questo motivo che continueremo a impegnarci affinché il Parlamento possa intervenire tempestivamente con l’approvazione di leggi che garantiscano il riconoscimento anagrafico dei figli e delle figlie delle coppie omogenitoriali, il matrimonio egualitario e l’accesso alle adozioni, conformemente a quanto previsto per le coppie eterosessuali.

Continua a leggere

Primo Piano

Stop alle auto a Roma, circolazione vietata per tre giorni: tutto quello che c’è da sapere

Pubblicato

il

Di

Stop alle auto a Roma, circolazione vietata per tre giorni: tutto quello che c’è da sapere

Limitazioni al traffico a Roma per combattere l’emergenza smog: tutto ciò che c’è da sapere

Per contrastare l’emergenza smog a Roma, è stata introdotta un’ordinanza che prevede limitazioni al traffico nella cosiddetta “fascia verde” per tre giorni consecutivi, dal 3 al 5 febbraio 2024. L’obiettivo è ridurre l’inquinamento atmosferico vietando la circolazione dei veicoli più inquinanti, come i veicoli a benzina Euro 3 e i diesel Euro 4, compresi i veicoli merci.

Le restrizioni sono suddivise in due fasce orarie specifiche per ciascuna giornata. Sabato 3 febbraio sarà vietata la circolazione dalle 7.30 alle 12:30 e dalle 17:30 alle 19:00 per veicoli benzina Euro 3, diesel Euro 4, e ciclomotori e motoveicoli diesel Euro 2. I veicoli merci benzina Euro 3 e diesel Euro 4 avranno restrizioni dalle 7.30 alle 10.30 e dalle 16.30 alle 19.00. Domenica 4 febbraio le restrizioni saranno attive dalle 7.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 20.30. Lunedì 5 febbraio le limitazioni si applicheranno dalle 9.00 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.00 per autovetture benzina Euro 3 e diesel Euro 4, con restrizioni più estese per i veicoli merci dalle 7.30 alle 10.30 e dalle 16.30 alle 20:30.

In aggiunta, sono stati introdotti altri divieti, tra cui l’uso di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa non conformi ai valori di emissione, la combustione all’aperto di qualsiasi tipo e il divieto di sostare con il motore acceso. Sarà potenziato il lavaggio delle strade e ci saranno controlli accurati per garantire il rispetto delle norme, con sanzioni per i trasgressori. Le zone di corso Francia, via Magna Grecia e via Tiburtina sono state individuate tra le più inquinate, con superamenti dei limiti di PM10.

Queste misure mirano a ridurre l’inquinamento atmosferico e a garantire la salute pubblica, rispondendo all’esigenza di migliorare la qualità dell’aria in città. L’obiettivo di queste restrizioni al traffico è di affrontare in modo concreto l’allarme smog, cercando di mitigare gli impatti negativi dell’inquinamento atmosferico sulla salute dei cittadini e sull’ambiente.

Fonte

Continua a leggere

Primo Piano

Giubileo, la Cgil pensa in grande: “Roma può diventare un modello virtuoso”

Pubblicato

il

Di

Giubileo, la Cgil pensa in grande: “Roma può diventare un modello virtuoso”

La Cgil vede potenziale nel Giubileo di Roma

La Cgil di Roma e Lazio ha espresso la sua fiducia nell’opportunità che il Giubileo rappresenta per la capitale. Il segretario della Cgil, Natale Di Cola, ha affermato che la città può diventare un modello virtuoso nella realizzazione di opere pubbliche in vista dell’importante evento religioso che avrà inizio a dicembre. Di Cola ha sottolineato l’impegno del sindacato e delle altre organizzazioni a favore della legalità, sicurezza e qualità delle opere pubbliche legate al Giubileo.

Egli ha dichiarato che “Roma può essere un modello virtuoso per la realizzazione di opere pubbliche” e ha posto l’accento sull’importanza di realizzare tali opere in modo efficiente e sicuro, senza incidenti nei cantieri. Il segretario ha evidenziato che mancano poco più di 300 giorni all’inizio del Giubileo e ha annunciato che la Cgil continuerà il suo lavoro preparatorio nelle prossime settimane, concentrandosi anche sull’accoglienza dei pellegrini e sull’estensione del protocollo già sottoscritto a tutti gli appalti e lavori legati all’evento.

Inoltre, Di Cola ha presentato proposte concrete per Roma, tra cui la chiusura della gestione commissariale del debito e una maggiore assegnazione di risorse e poteri alla Capitale. Ha sottolineato l’importanza di coinvolgere le parti sociali e ha espresso la speranza di organizzare ulteriori iniziative per rivendicare i risultati ottenuti. La Cgil si prepara attivamente per affrontare il Giubileo di Roma, lavorando per garantire che la città sia pronta ad accogliere i visitatori e a gestire al meglio tutte le attività legate all’importante evento religioso.

Fonte

Continua a leggere

Primo Piano

Tpl ad Atac, l’Antitrust contro la decisione del Campidoglio: l’iniziativa

Pubblicato

il

Di

Tpl ad Atac, l’Antitrust contro la decisione del Campidoglio: l’iniziativa

L’Antitrust contro la decisione del Campidoglio sull’affidamento in house ad Atac

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (Agcm) intende presentare un ricorso al Tar del Lazio contro la decisione del comune di Roma Capitale di affidare in house ad Atac il servizio di trasporto pubblico locale non periferico per gli anni 2024-2027. Questa mossa è stata riportata nel bollettino settimanale dell’Antitrust.

L’Agcm sottolinea che prima della procedura di affidamento, l’ente deve fornire una relazione dettagliata sugli esiti della valutazione della scelta della modalità di gestione, basata su diversi parametri rilevanti. Tuttavia, l’Autorità rileva che la valutazione di molti di questi parametri è assente o non è comprovata da evidenze documentali adeguate. La scelta dell’affidamento in house è sostenuta dall’ente in quanto consente di instaurare rapporti sinergici tra il socio e il soggetto chiamato a tradurli operativamente. Tuttavia, l’Antitrust ritiene che tale argomentazione sia fallace e inidonea a giustificare la forma di affidamento scelta dall’ente.

In particolare, l’Antitrust sottolinea che l’invocata sinergia tra ente affidante e gestore del servizio rappresenta una conseguenza propria e tipica di ogni affidamento in house e se il parametro per valutarne la legittimità fosse questo, l’utilizzazione di tale forma di affidamento sarebbe la regola generale.

Fonte

Continua a leggere

Primo Piano

Via Cristoforo Colombo, al via la riqualificazione: durata e costo dell’intervento

Pubblicato

il

Di

Via Cristoforo Colombo, al via la riqualificazione: durata e costo dell’intervento

Riqualificazione di via Cristoforo Colombo: costi, durata e dettagli dell’intervento

I lavori notturni di riqualificazione delle carreggiate interne di via Cristoforo Colombo sono iniziati. Le operazioni si sono avviate da Piazzale Cristoforo Colombo (Ostia) e si estenderanno fino all’altezza di Vitinia, per un totale di circa 11 km. Il Campidoglio ha reso noto che il cantiere prevede il rifacimento dell’asfalto, della segnaletica e la pulizia dei sistemi di raccolta delle acque meteoriche.

Successivamente, la prossima settimana, inizieranno le lavorazioni nel tratto tra viale di Porta Ardeatina e Piazzale Pier Luigi Nervi, per una distanza di circa 6,5 km. In questo caso, è prevista la realizzazione di sfalci, segnaletica orizzontale, pulizia delle banchine e riquotatura di chiusini e pulizia delle caditoie sia di giorno che di notte, mentre il rifacimento della pavimentazione stradale sarà sempre eseguito di notte.

I lavori, eseguiti da Anas (società del Polo Infrastrutture del Gruppo FS Italiane), hanno un costo complessivo di 15 milioni di euro del Giubileo e si stima che si concluderanno entro luglio 2024. Dopo questa fase, la strada sarà completata nella tratta tra Vitinia e Piazzale Nervi, per poi passare alle corsie laterali.

Fonte

Continua a leggere

Primo Piano

E’ morta Sandra Milo, a 90 anni ci lascia una icona del cinema e non solo

E’ morta Sandra Milo, a 90 anni ci lascia una icona del cinema e non solo

Pubblicato

il

E' morta Sandra Milo, a 90 anni ci lascia una icona del cinema e non solo

E’ morta Sandra Milo, a 90 anni ci lascia una icona del cinema e non solo.

Il mondo del cinema italiano ha perso oggi una delle sue leggende più amate, Sandra Milo, che ha lasciato un’impronta indelebile nell’industria cinematografica con la sua straordinaria carriera che ha attraversato decenni. Nata il 11 marzo 1933 a Tunisi, Milo è cresciuta per diventare non solo un volto iconico del cinema italiano, ma anche una delle attrici più versatili e rispettate della sua generazione.

La sua carriera ha avuto inizio negli anni ’50, ma è negli anni ’60 e ’70 che Sandra Milo ha raggiunto il picco del suo successo, grazie alla sua straordinaria abilità nel portare sullo schermo una gamma di personaggi complessi. Il pubblico e la critica l’hanno acclamata per la sua interpretazione in film come “8½” di Federico Fellini, dove ha recitato al fianco di Marcello Mastroianni, consolidando la sua reputazione come una delle muse del regista.

Con la sua bellezza eterea e il suo talento innato, Milo ha conquistato il cuore degli spettatori e ha lavorato con alcuni dei più grandi registi del cinema italiano, tra cui Mario Monicelli, Vittorio De Sica e Luchino Visconti. La sua filmografia è un viaggio attraverso diversi generi cinematografici, dalla commedia all’horror, dimostrando una versatilità che pochi attori possono vantare.

Oltre al successo sul grande schermo, Sandra Milo ha ottenuto riconoscimenti anche in campo internazionale, partecipando a diversi festival cinematografici e vincendo premi prestigiosi per la sua straordinaria carriera. La sua presenza magnetica e la capacità di immergersi completamente nei ruoli che interpretava le hanno garantito un posto di rilievo nella storia del cinema italiano.

La sua carriera non si è limitata al cinema. Sandra Milo ha esplorato anche il mondo del teatro e della televisione, dimostrando la sua versatilità artistica in molteplici discipline. La sua personalità affascinante e il suo impegno nel mondo dello spettacolo hanno fatto di lei un’icona, una donna che ha affrontato sfide e successi con grazia e talento.

La scomparsa di Sandra Milo rappresenta una perdita significativa per il panorama cinematografico italiano. Il suo lascito artistico rimarrà vivo attraverso i suoi indimenticabili contributi al cinema e il ricordo di una donna che ha lasciato un’impronta indelebile nella storia dello spettacolo italiano. La sua memoria sarà onorata da generazioni di spettatori e artisti che continueranno ad apprezzare il suo straordinario contributo al mondo del cinema.

Continua a leggere

Primo Piano

Teatro di Roma, forse trovata la (doppia) soluzione per frenare le polemiche

Pubblicato

il

Di

Teatro di Roma, forse trovata la (doppia) soluzione per frenare le polemiche

Teatro di Roma: una soluzione per frenare le polemiche emerge

Il Teatro di Roma ha recentemente attraversato un periodo di tensioni e polemiche attorno alla nomina del direttore da parte del consiglio di amministrazione della fondazione. Tuttavia, sembra che una soluzione sia stata trovata tra gli azionisti della fondazione – Comune di Roma e Regione Lazio, sotto gli auspici del Ministero della Cultura. L’accordo prevede l’ipotesi di raddoppiare gli incarichi, aggiungendo al direttore nominato pochi giorni fa, Luca de Fusco, un altro direttore che svolgerebbe l’incarico di manager.

La nomina di De Fusco era stata decisa a maggioranza dal consiglio di amministrazione della fondazione, ma è stata considerata un blitz dal Comune di Roma, che è anche proprietario dei teatri della fondazione. Ciò ha scatenato manifestazioni e proteste, incluso un invito al dialogo da parte del sindaco, sottolineando che si tratta di una questione concreta, data la sostanziale contribuzione finanziaria del comune al teatro.

L’intesa raggiunta prevede una modifica dello statuto della fondazione che introdurrà due distinti direttori: uno generale e uno artistico. Dopo la modifica, De Fusco cederebbe il primo incarico per concentrarsi esclusivamente sulla programmazione dei teatri, mentre il Comune di Roma indicherebbe Onofrio Cutaia come direttore generale. Questa soluzione potrebbe essere la chiave per mettere fine alle tensioni e alle polemiche che hanno circondato il Teatro di Roma in questi giorni.

Fonte

Continua a leggere

Primo Piano

Ciclista di 60 anni investita, autista scappa: rintracciato e fermato dalla polizia

Ciclista di 60 anni investita, autista scappa: rintracciato e fermato dalla polizia

Pubblicato

il

Ciclista di 60 anni investita, autista scappa: rintracciato e fermato dalla polizia

Ciclista di 60 anni investita, autista scappa: rintracciato e fermato dalla polizia.

Una donna di 60 anni è stata investita da un’automobile mentre andava in bicicletta. L’incidente è avvenuto nel pomeriggio del 24 gennaio 2024, alle 15:30, a Latina. La donna stava pedalando nella Piazza Moro, e mentre attraversava l’incrocio con Via degli Aurunci, è stata colpita da un’auto in corsa.

Il conducente dell’automobile, un giovane uomo, non ha fornito assistenza alla vittima e ha scelto di fuggire dalla scena, rischiando ora una denuncia per omissione di soccorso.

La donna investita ha subito un violento impatto ed è caduta pesantemente a terra. A seguito dell’incidente, alcuni passanti, rendendosi conto dell’accaduto, hanno prontamente richiesto soccorso. Il personale medico è rapidamente giunto sul posto e ha trasferito la sessantenne, in ambulanza, all’ospedale Santa Maria Goretti, distante meno di tre chilometri dal luogo dell’incidente. Al suo arrivo, i medici e i paramedici del pronto soccorso hanno diagnosticato le sue condizioni come codice giallo, ossia una situazione di media gravità.

L’automobilista che ha causato l’incidente, dopo essere brevemente sceso dal veicolo, anziché aiutare la donna, è rimontato in auto e ha lasciato la scena. Allarmati da testimoni, gli agenti di polizia sono riusciti a rintracciarlo entro pochi minuti. Di fronte a loro, un giovane uomo che ora rischia di essere denunciato per omissione di soccorso.

Fonte

Continua a leggere

Centro Storico

Termini, Piazza dei Cinquecento: Tutti i cambiamenti comunicati dall’Atac sulle modifiche dei capolinea

Pubblicato

il

Termini, Piazza dei Cinquecento: Tutti i cambiamenti comunicati dall’Atac sulle modifiche dei capolinea

Termini Piazza dei Cinquecento – A partire dalle ore 5:30 di lunedì 22 gennaio, prendono il via i lavori di riqualificazione di Piazza dei Cinquecento, un progetto che trasformerà radicalmente l’aspetto della piazza, rendendola più accogliente per romani e turisti. Tuttavia, per fare spazio al cantiere, sono necessari alcuni adeguamenti nei capolinea e nei percorsi delle linee bus. Ecco tutti i dettagli per aiutare cittadini e visitatori a orientarsi durante questo periodo di transizione.

Nuovi Capolinea a Piazza dei Cinquecento e Accessi Metro

Per facilitare il percorso dei passeggeri, sono stati istituiti nuovi capolinea provvisori, identificati con lettere e numeri. Gli accessi della stazione della metropolitana sono stati anch’essi contrassegnati con lettere e numeri per agevolare il collegamento tra superficie e metropolitana.

Modifiche ai Capolinea Bus. Il capolinea attuale su Piazza dei Cinquecento verrà diviso in tre attestamenti provvisori:

1. Un’area adiacente alla grande pensilina della stazione, con corsie dalla A alla E, ospiterà linee come H, 40, 64, 85, 90, 170, NMB1, N8, N46, N66, N70, N92, N98, N716.
2. Un’area alle spalle del cantiere (identificata con la lettera F) ospiterà le linee C2, 66, 92, 310 e 714.
3. Viale Enrico De Nicola (lettera G) sarà il nuovo capolinea per le linee bus 38 e 223.

La linea bus 910 avrà un nuovo capolinea a Piazza Indipendenza. Modifiche ai Percorsi Bus

Alcune linee bus subiranno modifiche nei percorsi per raggiungere i nuovi capolinea provvisori. Ad esempio, la linea 38 devierà in via XX Settembre e largo di Santa Susanna, mentre la linea 82 avrà un nuovo capolinea in via di Monte Sacro. Modifica delle Fermate e Accessi Metro

Alcune fermate saranno disattivate per la viabilità privata nell’area di Termini, e sarà necessario utilizzare percorsi alternativi. Viabilità Privata e Informazioni Utili

Una parte di via Giolitti sarà riservata al trasporto pubblico locale, con obbligo di svolta a sinistra per i veicoli provenienti dal sottopasso Turbigo. Cambiamenti dei sensi di marcia e svolte obbligate saranno implementati in alcune strade limitrofe. Durante tutto il periodo di transizione, il personale sarà presente in Piazza dei Cinquecento per fornire informazioni e assistenza. Per ulteriori dettagli e una mappa completa delle modifiche, è possibile scaricare il materiale informativo dal sito ufficiale.

Questi cambiamenti temporanei mirano a migliorare la vivibilità della zona, garantendo nel contempo la continuità dei servizi di trasporto pubblico. La collaborazione e la comprensione dei cittadini sono fondamentali per la buona riuscita di questo progetto di riqualificazione urbana.

Fonte Atac

Continua a leggere

Primo Piano

Tramvia Togliatti, Gualtieri tira la volata al progetto: “Strategico per Roma”

Pubblicato

il

Di

tramvia togliatti gualtieri

La costruzione della tramvia Togliatti, un progetto chiave per Roma, è stata affidata a un appaltatore, segnando un passo significativo per il potenziamento della mobilità nella città.

Il finanziamento di 93 milioni di euro, proveniente dal piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr), garantirà la realizzazione di una moderna linea tranviaria. La tramvia avrà un tracciato di 8 km con 19 fermate, collegando Ponte Mammolo (linea B) e Subaugusta (linea A), passando per il nodo di Centocelle (linea C) e includendo la fermata Togliatti della linea ferroviaria FL2.

Il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, ha sottolineato l’importanza strategica di questo progetto infrastrutturale per la città, definendolo un elemento cruciale per la connessione tra le reti tranviarie, metropolitane e ferroviarie. Secondo il sindaco, la realizzazione della tramvia costituisce un passo significativo nella cura e nell’ottimizzazione del sistema di trasporto pubblico della Capitale, ponendo particolare attenzione all’intermodalità, all’efficienza e alla sostenibilità.

L’avvio dei lavori è previsto per giugno, e secondo il cronoprogramma il cantiere si concluderà entro marzo 2026, con un periodo di pre-esercizio fino a giugno. Successivamente, saranno effettuati collaudi e test prima di mettere la linea in funzione. La trasparenza e l’efficacia dei processi di costruzione rappresentano un obiettivo fondamentale per il sindaco e la sua giunta, che mirano a garantire il potenziamento del sistema di trasporto pubblico a Roma.

Fonte

Continua a leggere

ARTICOLI PIU'LETTI DELLA SETTIMANA