Seguici sui Social

Cinema

RECENSIONE Film Big Fish a cura di Tommaso Bucciarelli

Pubblicato

il

RECENSIONE Film Big Fish

RECENSIONE Film Big Fish dal nostro esperto di film Tommaso Bucciarelli

RECENSIONE Film Big Fish – Capita che si senta il desidero di innalzarsi da tutto, senza il bisogno di pensare alle noie obbligate dalla società odierna che si ciba del nostro entusiasmo, ma perché solo volare? Anche immergerci nel fiume come Big Fish.

Big Fish è un film fantastico e drammatico americano del 2003, dura 125 minuti, distribuito da Netflix e girato sotto la regia di Tim Burton che ha voluto come protagonista Eward McGregor (Edward Bloom giovane), in compagnia di Albert Finney (Edward Bloom anziano) e Billy Crudup (Will Boom).

Sei sott’acqua dietro un pesce, e c’è un voce fuori campo che dice Ci sono dei pesci che nessuno riesce a catturare…”. Si capisce poi che quello che stai vedendo è una favola della Bestia, un pesce enorme che nessuno riusciva a catturare, che Will Boom sta raccontando al figlio e agli amici mentre sono in un bosco di notte.

Il seguito lo continua il padre diversi anni prima ad una ragazza, nominando la fede nuziale che la Bestia gli rubò quando l’aveva pescata. Sono padre e figlio in una festa, e Edward Bloom, il padre di Will, seguita una storia fantastica al microfono emozionando e divertendo tutti.

Will, fuori dalla enorme barca nella quale erano, punge il padre riferendogli che odia il fatto di lui sempre al centro dell’attenzione, ed al litigio rimangono tre anni senza parlarsi ne vedersi.

Per Will la realtà della vita del padre, si maschera con la sua fantasia, e da una parte ne è contento perché Edward sta simpatico a tutti, dall’altra gli spiace di non riuscire a conoscere suo padre.

Nella storia di Edward, vediamo che lui pesca la Bestia, il grande pesce, e quello gli restituisce l’anello, cosicché Edward lo libera.

Racconta anche di lui da ragazzino che gira con i suoi amici di notte, e si avventurano nella villa di quella che è ritenuta la strada del paesino che se mostra il suo occhio di vetro, fa vedere a chiunque la propria morte. I suoi amici la vedono e s’intimoriscono, lui quando vede la sua, sorride.

Will viene a sapere che il padre ha una malattia incurabile, e lo raggiunge con sua moglie incinta, e quando entra nella stanza dove è al letto a riposare, o vede e lo sente deciso. Edward sa che non morirà così, perché nell’occhio non aveva visto questo finale, ed aggiunge che “Morire è la cosa peggiore che mi sia capitata”.

Inizia il racconto della vita di Edward, che da piccolo cresceva in fretta, talmente tanto che per tre anni era rimasto al letto a farlo. Nella sua gioventù vinceva ed eccelleva in tutto, solo con impegno.

Parte dal paesino con il gigante che aveva presentato a tutti, solo perché gli dice che per una persona così grande, quel paesino ere troppo piccolo per lui, poi raggiunge da solo un altra frazione dove tutto è bello, e le scarpe non le indossa nessuno. C’è una bambina dieci anni più giovane, che lo prende in simpatia.

Un’infinità di sorrisi che fanno piangere, ecco una brevissima sinossi di quello che considero uno dei film più belli che io abbia mai visto.

Queste storie di una vita incredibile, nel lontano anno in cui le vidi per la prima volta, mi hanno lasciato tra i sogni e la realtà senza che mi premesse il dividere l’uno dall’altra.

Ci sono buonissimi attori, tra i quali colei che non ho nominato per il ruolo breve, la premiatissima Jessica Lange, considerata una delle migliori attrici al mondo, ma in questo caso, nonostante io sia una persona affascinata dalle espressioni degli attori che si immedesimano nei personaggi, la cosa che mi ha colpito ed emozionato di più, è come è narrata la storia che m’esalta in tutto e per tutto.

Nel film, al posto dell’ottimo Albert Finney, ci doveva essere il da me amato Jack Nicholson, ma col suo talento indiscusso, pretendeva di fare Edward sia da vecchio che da giovane, e Tim Burton decise di scartarlo, o perlomeno questa sono le voci di corridoio.

Ricorda, nel film sentirai una quantità inverosimile di aforismi straordinari creati da Tim Burton, ma in effetti devo ammettere che potrei errare nel considerarli tali, poiché nella vita arriva un momento in cui un uomo ragionevole deve ingoiare l’orgoglio e ammettere di aver sbagliato… sbagliato di grosso! Solo che io… non sono mai stato un uomo ragionevole!

Cinema

È morto il regista Paolo Taviani, maestro del cinema italiano

È morto il regista Paolo Taviani, maestro del cinema italiano

Pubblicato

il

È morto il regista Paolo Taviani, maestro cinema italiano

È morto il regista Paolo Taviani, maestro del cinema italiano.

Il regista Paolo Taviani è morto a Roma dopo una breve malattia all’età di 92 anni, lasciando la moglie Lina Nerli Taviani e i figli Ermanno e Valentina. La cerimonia laica funebre si terrà lunedì 4 marzo presso la Protomoteca del Campidoglio dalle 10 alle 13. Paolo Taviani, insieme al fratello Vittorio, ha formato una delle coppie più influenti del cinema italiano, firmando film indimenticabili che hanno fatto la storia del cinema.

Il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, ha espresso il suo cordoglio per la scomparsa del regista, definendolo un grande maestro del cinema italiano. Anche l’assessore alla Cultura della Regione Lazio, Simona Baldassarre, ha elogiato il contributo di Taviani al cinema italiano, definendolo una figura libera e coraggiosa della cultura italiana. Paolo Taviani aveva annunciato di tornare sul set dopo aver diretto il film “Leonora Addio” nel 2022, progettando di realizzare un nuovo film intitolato “Canto delle Meduse” con l’attrice Kasia Smutniak.

Nato a San Miniato nel 1931, Paolo Taviani si trasferì a Roma negli anni Cinquanta con il fratello Vittorio per iniziare la loro carriera nel cinema, dirigendo documentari e il loro primo film da soli, “I sovversivi”. I fratelli Taviani sono stati protagonisti di un cinema civilmente impegnato con film che hanno ricevuto numerosi premi e riconoscimenti italiani ed europei.

Tra i film di maggior successo dei fratelli Taviani ci sono “Sotto il segno dello Scorpione”, “La notte di San Lorenzo” e “Padre padrone”, basato sul libro di Gavino Ledda e vincitore della Palma d’Oro a Cannes. La filmografia dei Taviani include anche adattamenti di opere letterarie come le novelle di Luigi Pirandello e il romanzo di Goethe “Le affinità elettive”.

Fonte

di Emanuel Susanna



Continua a leggere

Cinema

Morto Carl Weathers, addio all’Apollo Creed della saga di ‘Rocky’

Pubblicato

il

Di

Morto Carl Weathers, addio all’Apollo Creed della saga di ‘Rocky’

È scomparso l’attore Carl Weathers, noto per aver interpretato Apollo Creed nella saga di ‘Rocky’

L’indimenticabile e leggendario interprete di Apollo Creed è morto all’età di 76 anni. Weathers, nato a New Orleans il 14 gennaio 1948, ha trascorso molti anni dedicandosi a varie discipline sportive, diventando anche un giocatore professionista di football, sia americano che canadese.

Successivamente, si è avvicinato al mondo del cinema, guadagnandosi ruoli in film iconici come la saga di Rocky, Predator e Un tipo imprevedibile. Ha anche fatto numerose apparizioni in serie TV, tra cui più di recente, The Mandalorian, dove interpretava il ruolo dell’Alto Magistrato Greef Karga. La notizia della sua scomparsa è stata resa nota dal suo manager, Matt Luber.

Weathers è stato apprezzato sia per le sue abilità attoriali che per le sue imprese sportive, segnando un’impronta significativa sia nel mondo dello sport che in quello del cinema. La scomparsa di Carl Weathers ha suscitato grande commozione tra i suoi fan e colleghi, che hanno espresso il loro cordoglio per la perdita di un talento così eccezionale. La sua eredità continuerà a vivere attraverso i suoi lavori e le sue indimenticabili interpretazioni cinematografiche.

Fonte

di Villani



Continua a leggere

Cinema

Il Gladiatore 2 è realtà ! Ecco quando uscirà e di cosa parlerà

Il Gladiatore 2 è realtà ! Ecco quando uscirà e di cosa parlerà

Pubblicato

il

Il Gladiatore 2 è realtà ! Ecco quando uscirà e di cosa parlerà

Il Gladiatore 2 è realtà ! Ecco quando uscirà e di cosa parlerà.

Le telecamere hanno finalmente smesso di girare sul set di “Il Gladiatore 2”, il tanto atteso sequel del film pluripremiato con l’Oscar, “Il Gladiatore”. Come riportato da Sky News, le riprese del film diretto da Ridley Scott sono state completate, suscitando un crescente entusiasmo tra i fan del cinema epico.

Ambientato alcuni anni dopo la morte del protagonista del primo film, Massimo Decimo Meridio, il sequel si concentra sulle avventure di un nuovo eroe, Lucio Vero, interpretato dal talentuoso attore Paul Mescal. Con il primo capitolo della saga ancora impresso nella memoria dei fan, la promessa di un nuovo viaggio nell’antica Roma con “Il Gladiatore 2” ha generato un’attesa palpabile.

Paul Mescal, noto per la sua straordinaria performance nella serie televisiva “Normal People”, si trova ora al centro di un cast stellare che comprende icone del cinema come Denzel Washington, Connie Nielsen, Derek Jacobi e Joseph Quinn. L’incredibile diversità di talento promette di portare nuova vita al mondo creato da Ridley Scott.

Il regista, che ha firmato la regia anche per il primo “Il Gladiatore” nel 2000, torna ora a guidare questo secondo capitolo con la sua firma inconfondibile. La sua maestria nella creazione di epiche narrazioni e la sua capacità di portare avanti storie coinvolgenti hanno reso il primo film un classico senza tempo.

Mentre i dettagli sulla trama rimangono strettamente custoditi, sappiamo che il sequel esplorerà gli eventi che si svolgono dopo la morte di Massimo Decimo Meridio, concentrandosi sul personaggio di Lucio Vero, destinato a diventare il fulcro di nuove avventure e sfide.

Una data chiave da segnare sul calendario è il 22 novembre 2024, quando “Il Gladiatore 2” sarà ufficialmente rilasciato nelle sale cinematografiche. Questa data promette di essere un momento epico per i cinefili, che avranno l’opportunità di immergersi ancora una volta nel mondo travolgente e emozionante dell’antica Roma.

di Emanuel Susanna



Continua a leggere

Cinema

Alessandro Siani senza pubblicità e social

Pubblicato

il

Alessandro Siani spiega perché non è presente sui social e perché ha detto no a molte cose (tipo la pubblicità)

Perché Alessandro Siani ha scelto di non essere sui social e di dire no alla pubblicità

Alessandro Siani, noto attore e regista napoletano, ha scelto di non essere ufficialmente presente sui social network, nonostante la sua conoscenza di Facebook, Instagram, Twitter e YouTube. Durante una recente intervista nel podcast “Passa dal BSMT” (il podcast di Gianluca Gazzoli), ha spiegato il motivo di questa decisione, considerata piuttosto inusuale ai giorni nostri.

Siani ha manifestato profondo rispetto per i social e i contenuti che vi circolano, ammettendo di vedere spesso cose interessanti e di non voler deludere proprio su questo fronte. Il comico ha anche menzionato colleghi che dedicano molto spazio ai social, ma non esclude la possibilità di cambiare idea riguardo alla sua presenza online in futuro, sottolineando il potenziale di piattaforme come TikTok.

Inoltre, Siani ha parlato della necessità di dire “no” nelle scelte artistiche, sottolineando come questa parola abbia spesso fatto la differenza nella sua carriera. Ha rivelato di aver rifiutato molte proposte nel corso degli anni, inclusa la partecipazione a pubblicità, sottolineando la sua reticenza nel promuovere prodotti che non rappresentano appieno la sua visione o che potrebbero deludere il pubblico. Nonostante qualche rimpianto nel passato, Siani considera il “no” come una formidabile forma di sicurezza in sé stessi e come una molla per il futuro.

Fonte

di Davide Sperati



Continua a leggere

Cinema

Bentornati al Sud, è ufficiale: in arrivo il terzo capitolo della saga con Alessandro Siani e Claudio Bisio

Pubblicato

il

Di

Bentornati al Sud, è ufficiale: in arrivo il terzo capitolo della saga con Alessandro Siani e Claudio Bisio

“Bentornati al Sud”: il terzo film della saga con Alessandro Siani e Claudio Bisio è ufficiale

I fan della saga cinematografica “Benvenuti al Sud” possono gioire, il terzo film intitolato “Bentornati al Sud” è in arrivo. È lo stesso Alessandro Siani a confermarlo durante il podcast “Passa dal BSMT” di Gianluca Gazzoli.

Durante la trasmissione, l’attore napoletano ha parlato del desiderio di ritornare a lavorare con Claudio Bisio e ha raccontato di aver finalmente ricevuto il soggetto che cercava da dieci anni. Siani ha spiegato che è il momento giusto per realizzare questo nuovo progetto, sottolineando come le differenze tra il Nord e il Sud siano ancora molto evidenti. Ha sottolineato l’importanza di raccontare queste differenze, magari in una nuova chiave, considerando il successo inaspettato del primo film della saga.

Infatti, “Benvenuti al Sud” andò oltre le previsioni, segnando incassi record che cambiarono la vita di Alessandro Siani per sempre. Inizialmente sottovalutato, il film superò tutte le aspettative e incassò ben trenta milioni di euro, dimostrando il grande seguito e interesse del pubblico per questo genere di narrazione.

La notizia ha suscitato grande entusiasmo tra i fan della saga, i quali non vedono l’ora di assistere alle vicende e alle divertenti situazioni che caratterizzano il mondo del Sud e del Nord raccontate da Alessandro Siani e Claudio Bisio sul grande schermo.

Fonte

di Villani



Continua a leggere

Cinema

Siani boom al botteghino, 950mila euro a Capodanno

Alessandro Siani: Debutto esplosivo per “Succede anche nelle migliori famiglie”

Pubblicato

il

Siani boom al botteghino, 950mila euro a Capodanno.

Il nuovo film di Alessandro Siani, “Succede anche nelle migliori famiglie”, ha registrato un ottimo debutto al box office di Capodanno incassando 950mila euro al primo giorno di programmazione. Prodotto da Italian International Film con Rai Cinema e distribuito da 01 Distribution, il film ha ottenuto una media di 2561 euro a copia su 366 schermi, con oltre 126mila spettatori.

La produttrice Federica Lucisano si è espressa entusiasta riguardo al risultato ottenuto, sottolineando la vitalità del cinema italiano in questo momento e invitando tutti a recarsi in sala per vivere l’esperienza cinematografica. Anche il direttore di 01 Distribution, Luigi Lonigro, si è detto estremamente soddisfatto del successo del film, sottolineando che “Succede anche nelle migliori famiglie” ha conquistato il primo posto del box office con un ottimo incasso di 950mila euro. Il regista, sceneggiatore e protagonista del film, Alessandro Siani, ha condiviso la sua gioia per l’accoglienza positiva del pubblico, evidenziando la magia delle risate collettive che solo il cinema sa creare. Il cast del film vanta la presenza di attori del calibro di Cristiana Capotondi, Dino Abbrescia, Anna Galiena, Antonio Catania, Euridice Axen, Lucia Sardo, Sergio Friscia, e molti altri.

Secondo  quanto scrive Ansa, il film ha quindi suscitato grande entusiasmo e apprezzamento da parte del pubblico, confermando il talento e l’abilità di Alessandro Siani nel proporre intrattenimento e divertimento di qualità.

di Davide Sperati



Continua a leggere

Cinema

“L’Esorcista” compie 50 anni. Per molti il film più pauroso della storia del cinema

Il 26 dicembre 2023, si celebreranno i 50 anni dalla prima uscita americana del celebre film horror “L’Esorcista” di William Friedkin

Pubblicato

il

“L’Esorcista” compie 50 anniUn set costellato di sventure: Linda Blair si ruppe la spina dorsale e incidenti a ripetizione

Il 26 dicembre 2023, si celebreranno i 50 anni dalla prima uscita americana del celebre film horror “L’Esorcista” di William Friedkin, tratto dall’omonimo romanzo di William Peter Blatty. Quest’opera si è affermata nel corso degli anni come uno dei film più terrificanti della storia del cinema. Numerose classifiche e un sondaggio condotto su Rotten Tomatoes confermano ancor oggi la sua posizione di capolavoro del genere.

Il film ha segnato un punto di svolta nell’industria cinematografica e ha lasciato un’impronta indelebile nella cultura popolare. La sua capacità di mettere paura e sconvolgere il pubblico ha reso “L’Esorcista” un riferimento ineguagliabile nel genere horror. La notevole risonanza ottenuta dal film nel corso degli anni testimonia la straordinaria maestria di William Friedkin nel dirigere un cast talentuoso e nel creare un’atmosfera tesa e inquietante.

Come riporta Corriere.it nonostante il tempo trascorso, la fama e la paura suscitate da “L’Esorcista” sono ancora ben vive, confermando la sua posizione come uno dei film più iconici e influenti dell’intera storia del cinema. Un film che ha appassionato e spaventato intere generazioni, lasciando un segno indelebile nel panorama cinematografico mondiale. A 50 anni dalla sua prima uscita, “L’Esorcista” continua a tenere il primato come film horror più spaventoso di sempre, confermando la sua importanza e lasciando un’impronta duratura nell’immaginario collettivo.

di Davide Sperati



Continua a leggere

Cinema

“Vacanze di Natale” torna al cinema il 30 dicembre. Il video e le sale aderenti

“Vacanze di Natale” torna al cinema il 30 dicembre. Tutte le sale aderenti

Pubblicato

il

“Vacanze di Natale” torna al cinema il 30 dicembre. Il video e le sale aderenti

Un omaggio a uno dei film cult del cinema italiano. “Vacanze di Natale” torna al cinema.

Come già anticipato qualche giorno fa dal nostro giornale, cresce l’attesa per il ritorno in sala di “Vacanze di Natale”, Qui è possibile consultare i cinema che faranno vedere il celebre film di Carlo Vanzina.

  • Cinema Barberini
    21:30
  • Savoy
    16:00
    18:00
    20:00
    22:00
  • Cinema Adriano
    18:00
    20:30
  • Cinema Multisala Lux
    16:00
    18:00
    20:00
    22:00
  • Cinema Trianon
    16:00
    18:00
    20:00
    22:00
  • Cinema Antares
    16:00
    18:00
    20:00
  • Cinema Alhambra
    21:30
  • Cinema Odeon Roma
    16:00
    18:00
    20:00
    22:00
  • Multisala Andromeda
    17:30
    21:30
  • Stardust Village
    17:00
    19:00
    21:00

“Vacanze di Natale” torna al cinema dopo 40 anni dall’uscita, sarà al cinema solo il 30 dicembre, in versione restaurata e rimasterizzata. Un modo per radunare tutti i fan di questa indimenticabile pellicola che conoscono a memoria tutte le battute del film. Si consiglia un abbigliamento anni’80.

VACANZE DI NATALE DAY: solo il 30 dicembre al cinema

di Davide Sperati



Continua a leggere

Cinema

La terza stagione di “DOC – Nelle tue mani” in anteprima nei cinema di Roma

La terza stagione di “DOC – Nelle tue mani” in anteprima nei cinema di Roma

Pubblicato

il

“DOC – Nelle tue mani”, i primi episodi della terza stagione in anteprima nei cinema di Roma

La terza stagione di “DOC – Nelle tue mani” in anteprima nei cinema di Roma

I primi due episodi della terza stagione della serie tv DOC. Nelle tue mani saranno proiettati in anteprima nei cinema UCI di Roma il 18 e 19 dicembre 2023, prima della trasmissione in prima serata su Rai 1 a partire dall’11 gennaio per 8 serate come riporta RomaToday.

La serie, diretta da Jan Maria Michelini, Nicola Abbatangelo e Matteo Oleotto, e interpretata da Luca Argentero, Matilde Gioli, Sara Lazzaro, Pierpaolo Spollon, Marco Rossetti, Giacomo Giorgio, Laura Cravedi, Elisa Wong, Giovanni Scifoni ed Elisa Di Eusanio, è prodotta da Lux Vide in collaborazione con Rai Fiction.

 

di Emanuel Susanna



Continua a leggere

Cinema

“Gigolò per caso”, ecco la nuova serie comedy con Christian De Sica e altri volti della romanità

“Gigolò per caso”, ecco la nuova serie comedy con Christian De Sica e altri volti della romanità

Pubblicato

il

"Gigolò per caso", ecco la nuova serie comedy con Christian De Sica e altri volti della romanità

E’ un cast quasi tutto romano quello di “Gigolò per caso”

La nuova serie comedy, in sei episodi, è in arrivo dal 21 dicembre su Prime Video.

Il cast corale è capitanato da Pietro Sermonti e Christian De Sica, con Ambra Angiolini, Frank Matano, Asia Argento, Claudio Gregori (Greg), Antonio Bannò, Francesco Bruni, Giorgia Arena, Marco Messeri, Sandra Milo e Stefania Sandrelli. Special guest star Gloria Guida, Isabella Ferrari e Virginia Raffaele.

 

di Emanuel Susanna



Continua a leggere

ARTICOLI PIU'LETTI DELLA SETTIMANA