Turchia Italia Questura, tifoso turco colpito da Daspo

Turchia Italia Questura, il bilancio al termine della gara inaugurale di Euro 2020.

In occasione di Turchia Italia Questura di Roma nuovo al lavoro. La prima partita dell’Europeo, giocata venerdì sera allo stadio Olimpico, ha segnato il ritorno dei tifosi sugli spalti dopo lo stop imposto dalla pandemia. E con esso, sfortunatamente, anche dei provvedimenti delle autorità nei confronti dei più facinorosi.

Tra essi, uno è stato emesso a carico di un cittadino turco. Una delegazione alquanto numerosa quella al seguito della Nazionale della Mezzaluna. In circa 2300 sono infatti giunti nella Capitale per sostenere le gesta degli uomini del ct Senol Gunes. Un numero che avrebbe potuto essere anche maggiore, se non fosse stato per il persistere nel paese asiatico delle restrizioni anti Covid.

Chi è riuscito a raggiungere lo stadio Olimpico non ha comunque mancato di far sentire la propria voce, anche forse per chi non c’era. Cori e fischi agli avversari hanno risuonato a lungo, dando a tratti l’impressione che si stesse giocando ad Istanbul anzichè a Roma. E della comitiva arrivata in città faceva parte anche il tifoso destinatario del provvedimento.

L’uomo se lo è procurato per aver acceso un fuoco pirotecnico. Per sua sfortuna, uno steward lo ha però riconosciuto e denunciato agli agenti del Commissariato Prati. Deve rispondere di violazione dell’art. 6-bis della Legge 401 del 1989. Il tifoso ha saputo praticamente subito di essere stato sanzionato. Adesso non gli sarà consentito di accedere ad alcun evento sportivo per i prossimi 5 anni.

INTANTO SCOPRIAMO I CANDIDATI ALLE COMUNALI DI ROMA