Green pass, Bassetti: “Non ha senso dopo il 31 marzo”

Secondo l'infettivologo, se l'obbligo si protrae oltre questa data si tratterà di una scelta politica e non sanitaria

Green pass
Ultimo aggiornamento:

BassettiGreen Pass – le parole di Bassetti

Dal 31 marzo stop al Green Pass, “non ha senso mantenere questo strumento dopo la fine dello stato di emergenza, se il certificato verde rimarrà in vigore sarà solo per una decisione politica”. A sostenerlo è Matteo Bassetti, infettivologo e primario dell’Ospedale San Martino di Genova.

Il Green pass ha avuto un ruolo fondamentale per favorire la vaccinazione in quanto dalla sua introduzione abbiamo visto il 30% in più di vaccinati in 5 mesi. Secondo i suoi calcoli, a fine marzo avremo un 95% di popolazione vaccinata e, se si aggiunge la fetta di popolazione guarita dal virus, probabilmente possiamo affermare di aver raggiunto l’immunità di gregge.

Seguici anche su FB

Terza guerra mondiale?