Sciopero – si rischiano oltre 2mila posti di lavoro

Sciopero dei lavoratori del colosso delle telecomunicazioni, TIM, con adesione al 70%.

CGIL CISL UIL bandiere

Sciopero Roma – Tim, lavoratori contro lo smembramento della società

Tim ha circa 42mila dipendenti diretti, di cui 12mila solo a Roma. Se si dovesse realizzare lo smembramento della società il rischio è quello di perdere circa il 20% dei posti di lavoro, è questa la paura dei lavoratori del colosso delle telecomunicazioni.

Per tale ragione, i lavoratori, al fianco dei sindacati, chiedono una Tim unita.

Servirebbe una rimodulazione strutturale che riguardi l’assetto della rete telefonica e di connessione: bisogna costruire una grande rete nazionale che compia quel nuovo diritto che è il ‘diritto alla connessione’ perché purtroppo anche nelle nostre metropoli ci sono ancora molte zone non raggiunte dalla fibra.

Sciopero Roma: adesioni al 70%

Lo sciopero ha fatto registrare l’adesione al 70%.

“La volontà di dividere in vari pezzi l’operatore verticalmente integrato è una mera azione finanziaria per rispondere alle sollecitazioni degli azionisti e non ha nulla di visione industriale!

In ogni contesto possibile, ribadiremo che per noi questa strada è sbagliata”, scrivono Slc Cgil, Fistel Cisl e Uilcom Uil.

Seguici anche su FB

Carro armato russo investe un’automobile di civili