TOR VERGATA Medico pusher finisce in manette: ora rischia grosso

TOR VERGATA Medico pusher arrestato potrebbe non poter più esercitare la professione

Tor Vergata medico pusher arrestato
Ultimo aggiornamento:

TOR VERGATA Medico pusher arrestato. In servizio come anestesista presso il locale Policlinico, ha subito la stessa sorte di altre due persone, italiane cinquantenni. Tutti dovranno ora rispondere di spaccio di stupefacenti. Gli agenti del commissariato Romanina li hanno pizzicati nell’abitazione del medico, dove sono stati rinvenuti hashish e crack, oltre a contanti e materiale per confezionare le dosi. Il tutto è stato posto sotto sequestro, al pari di un coltello dalla lama retraibile con sopra ancora tracce di stupefacente. Altra hashish è stata poi trovata e sequestrata all’interno di un’auto. Probabile che il medico fosse legato agli ambienti criminali di Torbellamonaca: di recente, infatti, gli stessi agenti lo avevano colto insieme ad appartenenti a quel mondo.

TOR VERGATA MEDICO PUSHER, LE REAZIONI

Sul caso è intervenuto l’assessore regionale alla Sanità D’Amato, che ha lodato il Policlinico per la collaborazione offerta alle indagini. “Mi hanno comunicato – ha poi aggiunto – che segnaleranno il medico, libero professionista, all’Ordine dei Medici. Sarà lui a valutarlo e a prendere eventuali provvedimenti, tra cui anche la radiazione. Se le contestazioni saranno confermate, infatti, il tradimento del giuramento di Ippocrate sarà incompatibile con la permanenza nell’ordine“.