Seguici sui Social

News

Cataldi e la strumentalizzazione di alcuni giornali sulla moglie per una presunta violenza

Pubblicato

il

Cataldi e la strumentalizzazione di alcuni giornali sulla moglie per una presunta violenza

La moglie del giocatore della Lazio Danilo Cataldi parla sulla presunta violenza: “No a strumentalizzazioni”

Danilo Cataldi, giocatore di calcio della Lazio, è stato coinvolto in un processo penale che ha riguardato 17 ultras del Genoa, squadra con cui Cataldi giocava all’epoca dei fatti contestati. Durante questo processo, è emersa un’interpretazione controversa delle dichiarazioni di Cataldi riguardo a un incidente in cui è coinvolta la sua moglie.

Secondo quanto riportato dall’Ansa, secondo Cataldi, l’incidente è stato travisato e strumentalizzato dai media. Ha specificato che non ha minimizzato l’episodio in cui la sua moglie è stata coinvolta, smentendo le ricostruzioni parziali e sensazionalistiche che sono state diffuse.

La moglie di Cataldi, Elisa Liberati, ha espresso il suo punto di vista su questo presunto atto di violenza attraverso i social media. Ha affermato che esistono molte forme di violenza contro le donne, una delle quali è la strumentalizzazione a fini che non rispettano i veri diritti delle donne. Liberati ha sottolineato che strumentalizzare una donna per sensazionalismo e utilizzare ricostruzioni parziali ed inesatte dei fatti equivale a esporla ingiustamente a livello mediatico e a costringerla a subire delle ingiustizie.

Questa dichiarazione di Elisa Liberati enfatizza il problema della strumentalizzazione delle donne in ambito mediatico come forma di violenza. La sua presa di posizione mette in luce una questione di rilevanza sociale e morale che merita attenzione. Queste parole colgono l’attenzione sul fenomeno della violenza di genere e sul modo in cui viene trattata e rappresentata nei media.

 

Pubblicità

ARTICOLI PIU'LETTI DELLA SETTIMANA