VATICANO Il Papa contro i nazionalismi: “Stop ai conflitti che…”

VATICAN CITY, VATICAN - FEBRUARY 14: Pope Francis attends a meeting with engaged couples from all over the world gathered today, on the feast of St. Valentine, in St. Peter's Square on February 14, 2014 in Vatican City, Vatican. During the event, organised by the Pontifical Council for the Family, Pope Francis emphasised that living together is 'an art, a patient, beautiful and fascinating journey' which can be summarized in three words: please, thank you and sorry. (Photo by Franco Origlia/Getty Images)

VATICANO Il Papa contro i nazionalismi. Le parole del Santo Padre contro i conflitti divisori.

VATICANO Il Papa contro i nazionalismi. Francesco si scaglia su questa “triste tendenza” odierna a situazioni “conflittuali che alzano i muri e chiudono all’incontro con i popoli“. Parole di fuoco quelle pronunciate nell’udienza generale nell’Aula Paolo VI, in cui il Pontefice si è soffermato sul viaggio a Panama per la Giornata Mondiale della Gioventù. Che, ricorda Bergoglio “è stata preceduta dall’incontro dei giovani dei popoli nativi e di quelli afroamericani. Sono tanti, loro hanno aperto porta a giornata mondiale. Un’iniziativa importante che ha manifestato ancora meglio il volto multiforme della Chiesa in America Latina“.

Poi, – prosegue – con l’arrivo dei gruppi da tutto il mondo, si è formata la grande sinfonia di volti e di lingue, tipica di questo evento. Vedere tutte le bandiere sfilare insieme, danzare nelle mani dei giovani gioiosi di incontrarsi è un segno profetico, un segno controcorrente rispetto alla triste tendenza odierna ai nazionalismi conflittuali che alzano muri e chiudono all’incontro con i popoli. È un segno che i giovani cristiani sono nel mondo lievito di pace“.

Infine, Francesco prova a riassumere il senso della visita a Panama: “Tutto è stato come ‘contagiato’ e ‘amalgamato’ dalla presenza gioiosa dei giovani: una festa per loro e una festa per Panamá, e anche per tutta l’America Centrale, segnata da tanti drammi e bisognosa di speranza, di pace e di giustizia“.

LEGGI ANCHE L’EPISODIO VANDALICO NEL CENTRO DI ROMA

Ti potrebbe interessare