fbpx
Seguici sui Social

Pubblicità

Attualità

PAPA FRANCESCO DICE BASTA STARE CON TELEFONINI A TAVOLA

PAPA FRANCESCO DICE BASTA STARE CON TELEFONINI A TAVOLA

Pubblicato

in

Papa Francesco modifica il Padre Nostro


Papa Francesco ha dedicato l’ultima domenica dell’Angelus 2019 alla Sacra Famiglia e ha parlato anche dell’abitudine di tenere i telefonini a tavola.

PAPA FRANCESCO DICE BASTA STARE CON TELEFONINI A TAVOLA. Papa Francesco ha dedicato l’ultima domenica dell’Angelus 2019 alla Sacra Famiglia, da lui definita “libera e responsabile adesione al progetto di Dio” ed essa stessa “dono di Dio”, perchè primo esempio della Chiesa.

Pubblicità

In una piazza San Pietro gremita di fedeli, Bergoglio ha dedicato questa domenica tra Natale e Capodanno, come da tradizione, alla famiglia di Nazareth.

La riflessione del Pontefice: “La Santa Famiglia solidarizza così con tutte le famiglie del mondo obbligate all’esilio, solidarizza con tutti coloro che sono costretti ad abbandonare la propria terra a causa della repressione, della violenza, della guerra”.

Dunque una “risposta corale alla volontà del Padre: i tre componenti di questa singolare famiglia si aiutano reciprocamente a scoprire e realizzare il progetto di Dio. La Santa Famiglia possa essere modello delle nostre famiglie, affinché genitori e figli si sostengano a vicenda nell’adesione al Vangelo”.

Per questo il Papa si chiede: “tu, nella tua famiglia, sai comunicare o sei come quei ragazzi a tavola, ognuno con il telefonino, mentre stanno chattando? In quella tavola sembra vi sia un silenzio come se fossero a Messa.. Ma non comunicano fra di loro. Dobbiamo riprendere il dialogo in famiglia: padri, genitori, figli, nonni e fratelli devono comunicare tra loro…”.


La famiglia è un “tesoro prezioso”, sottolinea Bergoglio, che va “sostenuto e tutelato” anche da parte delle istituzioni.

L’Angelus si è concluso con la condanna dell’attentato avvenuto in Somalia, a Mogadiscio “dove nell’esplosione di un’autobomba, sono morte oltre 70 persone. Sono vicino a tutti i familiari e a quanti ne piangono la scomparsa”.

Poi l’augurio a tutti i presenti in piazza san Pietro, ma anche a chi partecipa ascoltando in radio, tv e internet, affinché l’ anno si concluda “in pace, pace nel cuore e con il dialogo in famiglia”.

SEGUICI SU FACEBOOK

Continua a leggere
Pubblicità